Cerca nel sito

Guida sulla specializzazione sportiva. L’American Academicy of Pediatrics consiglia l’inizio graduale dell’attività agonistica dopo i 14 – 18 anni, in particolare nella “Guidance for the Clinician in Rendering - Sports Specialization and Intensive Training in Young Athletes”, per i pediatri degli USA si consiglia di seguire le indicazioni del Comitato Olimpico degli Stati Uniti, elaborate insieme con gli organi di governo nazionali. Questi sono i principi della LTAD (Long-Term Athlete Development model: Physiological evidence and application) modello di sviluppo americano elaborato nel 2014. Ecco le 5 fasi suggerite: 1. Scopri, impara e gioca (età 0-12 anni) 2. Sviluppa e sfida (età 10-16 anni) 3. Allenarsi e competere (età 13-19 anni) 4. Alte prestazioni dopo i 15 anni.

pdf Leggi (1.18 MB)

Visita il sito della AAP

"Durante le lezioni di ginnastica è preferibile optare per forme di gioco dallo svolgimento chiaro. In questo modo tutti i bambini possono giocare. Nel caso in cui sia necessario procedere a sostituzioni, le pause vanno minimizzate. Giocare a calcio prendendo spunto da una storia e formando squadre equilibrate è molto più divertente. Le palestre sono spesso di dimensioni diverse. La superficie di gioco risulta così automaticamente limitata. Affinché tutti i bambini possano giocare il più possibile, si consiglia di limitare lo spazio a disposizione."

Visita i sito di mobilesport

"I termini «lottare» o «azzuffarsi» risvegliano svariate sensazioni dal profilo pedagogico. Questo tema del mese è dedicato in tutto e per tutto ai giochi di lotta. E dato che lottare o accapigliarsi presuppone anche cadere forniamo pure qualche consiglio per imparare a farlo in tutta sicurezza."

Visita il sito mobilesport

 

"Lo sport agonistico moderno è caratterizzato da processi di ottimizzazione integrati. Inquesto contesto in un primo test si è cercato di analizzare in quale misura i calciatori di elite possano sfruttare maggiormente le potenzialità offerte da un buon sonno. IL fulcro dello studio era costituito dalla ricerca e dalle possibilità di implementazione di soluzioni efficaci e nel contempo prtaicabili per migliorare la qualità del sonno dei giocatori e per ottimizzare il loro comportamento in relazione al sonno mnell'ottica delle parteite da svolgere."

Biologia dello sport. Dormire per migliorare le prestazioni Mathias Kleine-Möllhoff - Rivista SDS n. 120

Visita il sito della rivista

"Con questi «consigli per la corsa», la Scuola Universitaria Federale dello Sport Macolin SUFSM ha realizzato una serie di filmati che offrono agli appassionati di corsa dei consigli preziosi per la preparazione fisica. Questo articolo di mobilesport.ch contiene ulteriori informazioni di base e suggerimenti per l’allenamento . Quanto dura la corsa? Quanto tempo di preparazione mi resta? Cosa è importante in quale fase della preparazione? Che si tratti di una corsa di 10 km, di una maratona o di una corsa in città: Louis Heyer, allenatore di atletica leggera e collaboratore scientifico alla SUFSM, elargisce i migliori consigli per una corsa perfetta."

Visita il sito di mobilesport

"Come utilizzare i contenuti di «dance360-school» durante una lezione di educazione fisica? Degli esempi pratici. Dei giovani che indossano jeans e giacche bianche saltano con le mani tese verso l'alto. Preparazione di lezioni modello Per le lezioni modello nell’ambito espressione si fa uso dei contenuti di «dance360-school».

Tra tutti gli sport, il Touchrugby è sicuramente uno dei più intensi. Come nel rugby, la palla può essere passata solo all’indietro e mai in avanti. Per questa ragione tutti gli attaccanti sono costantemente in movimento. Lo stesso vale per la difesa. Occorre muoversi in continuazione, anche perché secondo il regolamento dopo un «Touch» (v. «Quattro elementi fondamentali») i difensori devono trovarsi a una distanza minima di 5 metri dal portatore di palla.

Visita il sito di mobilesport

“A differenza delle grandi scimmie nostre cugine, noi esseri umani abbiamo bisogno di livelli elevati di attività fisica per essere in salute”…”I nostri parenti viventi più stretti, le grandi scimmie antropomorfe, hanno bassi livelli di attività fisica, ma questa pigrizia non ha effetti negativi sulla loro salute. Per gli esseri umani, invece, l’evoluzione ha reso necessario un livello elevato di attività fisica per restare in salute. Nuovi studi rilevano che negli ultimi due milioni di anni ci sono stati cambiamenti anatomici e comportamentali, e anche nella fisiologia.

Gli esercizi pratici forniscono delle idee per sviluppare le competenze acquatiche degli allievi durante la lezione di nuoto.Gli esercizi sono classificati secondo il modello d’azione SSS.

Visita il sito di mobilesport

La rigenerazione avviene anche a livello psichico. Le tecniche di rilassamento aiutano a creare un’armonia fra mente e corpo. Esistono dei metodi di rilassamento ad azione rapida che sono relativamente facili da imparare, ma i cui effetti durano meno a lungo rispetto a tecniche che agiscono più in profondità e più a lungo che necessitano di molta pratica per essere appresi.

Visita il sito di mobilesport