Cerca nel sito

E’ stato pubblicato il nuovo numero della rivista E.F. che contiene anche l’inserto sull’Arrampicata. E.F. - "La rivista di educazione fisica, scienze motorie e sport” -  N°4 – 2014 - Abbonamento 2015: n. 4 numeri di 48 pagine + inserto o poster.

Abbonamento soci

Abbonamento scuole o enti

"Compito significativo: realizzare una composizione di espressione corporea prendendo spunto da un’idea. Esprimere le differenti emozioni suscitate dall’ascolto di un brano musicale con fantasia e creatività. Assegnare al movimento la dinamica appropriata, seguendo le istruzioni date. Come? Gli studenti devono comporre una breve sequenza di espressione corporea, svolgerla in maniera fluida, con movimenti collegati fra loro, utilizzando una musica o una traccia ritmica scelta da loro stessi."

pdf EF- Mettere alla prova la creatività (310 KB)

"I corsi a sfondo posturale – rieducazione posturale, postural pilates, yoga posturale ecc. – nascono ormai un po’ ovunque ma mentre in alcuni casi si tratta di attività ben organizzate, altre volte si incappa in attività tenute da chi di postura ne capisce ben poco. Esiste uno stretto rapporto tra postura, dolore, abitudini di movimento e psiche."
Rivista E.F.

pdf EF- Postura:legame tra mente e corpo (232 KB)

 

 

"Quando mi decido a scrivere questo articolo sono appollaiata sugli spalti del palasport, in attesa di mia figlia che nella palestra attigua sta svolgendo il corso di karaté. Sul campo si sta allenando una squadra di pallavolo femminile di alto livello. In questi momenti posso osservare, fuori dalle pagine dei mass media, la macchina squadra: coach, assistenti, preparatore e dirigente si adoperano per garantire la massima espressione del talento. Questa utopia si dissolve subito ricordando che poco prima sullo stesso campo si è allenata una squadra di giovani promesse che in comune con queste atlete ha solo il cromosoma X."

pdf Rivista EF Abbandono precoce dello sport (984 KB)

"Per gli effetti negativi sull’abilità funzionale di una persona con contestuale aumento del rischio di caduta, la capacità di equilibrio viene valutata attraverso molti metodi e/o test, tra cui spicca la scala Tinetti. Purtroppo l’equilibrio è gestito a livello cosciente (corteccia pre e post frontale, aree 6 e 4), automatico (nuclei della base e talamo) e riflesso (arco spinale) con conseguente difficoltà nel definire strumenti e protocolli di misura ripetibili e in grado di considerare/ discriminare tutti i fattori in gioco."

Rivista EF - pdf Quando i videogame fanno bene (983 KB)

"Quando rivolgiamo lo sguardo alle disabilità ci troviamo, più o meno inconsapevolmente, in una posizione di rifiuto che come pegno comporta una presa in carico sovradimensionata delle persone che soffrono. Goffman parla di stigmatizzazione: chi ha una disabilità fisica mostra il suo stigma e non può sfuggire allo sguardo valutatore dell’altro, chi invece ha un handicap mentale è più soggetto a esclusione sociale e professionale. L’immagine della persona con disabilità rispecchia un danno fisico, sociale o una restrizione, tutti elementi che sottendono un malessere e di conseguenza inoltrano una richiesta di aiuto."

pdf Rivista EF Identità e sport (1.09 MB)