Cerca nel sito

www.scuola-bici.ch è online. La piattaforma riunisce sotto un unico tetto tutte le proposte e le iniziative di promozione della bicicletta pensate per le scuole. Il sito fornisce una visione d’insieme dei programmi e dei corsi destinati in particolare alle classi. Logo «scuola+bici»scuola+bici è la nuova piattaforma per tutte le iniziative di promozione della bicicletta nelle scuole. Offre una panoramica su programmi come «bike2school», «DEFI VELO» o «bikecontrol».

Visita il sito

 

"Il lancio del peso è la disciplina allenata più spesso, spesso addirittura l’unica, nelle società di atletica e a scuola. In questa sede vi proponiamo un altro tipo di lancio altrettanto divertente: il lancio in rotazione. Trattandosi di uno sport in cui le prestazioni sono facilmente misurabili, vi è il rischio che i bambini meno forti si scoraggino presto. Spesso, infatti, la motivazione dipende fortemente dai risultati. In questa fase dello sviluppo durante la quale le differenze fisiche sono spesso importanti, ciò rappresenta un grande problema."

Visita il sito di mobilesport

 

Una disciplina nata negli anni Sessanta: lo streetskate! Lo inventarono alcuni surfisti californiani per poter continuare a «surfare» anche nelle giornate con poche onde. In pratica aggiunsero delle rotelle sotto la tavola da surf dello skateboarding è la libertà senza limiti che offre. Non si dipende né da allenamenti né da allenatori, e nemmeno da infrastrutture. Una superficie asfaltata è sufficiente per imparare i vari trick e anche per installarvi eventualmente dei piccoli ostacoli.

Visita il sito mobilesport

"In questa tabella viene mostrato un esempio di allenamento giornaliero di judo in cui si lavora sulla tecnica e sulla tattica. L’allenamento inizia con un riscaldamento e termina con il ritorno alla calma.Questo schema può essere utilizzato anche dagli adepti dello sport di massa, adattandolo – con alcuni piccoli accorgimenti – alla disciplina sportiva da loro praticata"

Visita il sito di mobilesport

Le metafore sono immagini che permettono di trasferire ad un oggetto il termine proprio di un altro, secondo un rapporto di analogia. In questo dossier presentiamo una serie di esercizi che spiegano come utilizzare le metafore nell’insegnamento di alcune discipline sportive. «Prova ad immaginarti il movimento di una ruota quando sollevi il braccio.» Ecco un esempio che dimostra come una metafora sia utile anche per eseguire correttamente un movimento apparentemente semplice. In ogni disciplina sportiva si possono individuare delle metafore che si adattano particolarmente all’insegnamento di movimenti specifici nelle discipline della ginnastcia agli attrezzi, nel nuoto, nel judo e jujitsu e nel tennis. Le metafore hanno due pregi: da un lato, favoriscono il collegamento tra il proprio sport e la realtà nella quale si vive quotidianamente – infatti, le metafore, di regola, si riferiscono ad oggetti e situazioni famigliari − e, dall’altro, aiutano a focalizzare l’attenzione su aspetti interiori del movimento, come il ritmo e la fluidità.

Visita il sito di mobilesport

Questo lavoro ha lo scopo di riportare all’attenzione dei docenti di Scienze Motorie e Sportive l’importanza dell’esercizio respiratorio. Insegnare, fin dall’età giovanile, gli esercizi di “ginnastica respiratoria” crea e consolida l’abitudine a respirare con una corretta dinamica, e inoltre, esercita un’influenza positiva sullo stile di vita della persona. La respirazione consapevole o, semplicemente, la richiesta di concentrarsi sulla respirazione è una costante in molte attività che spaziano dal gesto sportivo, agli esercizi di rilassamento, alle pratiche di training mentale, alle cosiddette ginnastiche dolci. Recenti studi confermano che il modo di respirare influisce direttamente sullo stato di salute; altri studi hanno dimostrato che l’allenamento dei muscoli respiratori migliora sia la funzionalità polmonare che la condizione fisica. La corretta dinamica respiratoria, inoltre, migliora la postura e più in generale influisce positivamente sullo stile di vita. Perché quindi non riconsiderare il ruolo della ginnastica respiratoria a scuola? 

pdf Ginnastica respiratoria (198 KB)