Cerca nel sito

Il decreto del fare (legge 9 agosto 2013) parlava di abolizione dell’obbligo di presentare certificati sportivi per l’attività amatoriale, ma le palestre continuano a chiederli e possono farlo. Come mai? Nella complessa disciplina prova a mettere ordine la Federazione Italiana Medici Sportivi. Il congresso di Roma ospita una sessione ad hoc: un’occasione per “ripassare” le regole in questa complessa materia. FMSI ricorda come vi siano cinque tipologie di certificazioni in ambito sportivo, regolamentate da decreti del Ministero della Salute. Sono obbligatorie: Agonistica, Non agonistica, Particolare ed Elevato Impegno Cardiovascolare e Agonistica per disabili. La certificazione Ludico-Motoria è facoltativa, ma con limiti pratici.

Visita il sito Sport e medicina

Tutela della salute nello sportivo

 

Nell’allenamento della forza valgono i punti seguenti:

  • La qualità è più importante della quantità! Eseguire un esercizio di rafforzamento solo finché la qualità del movimento può essere garantita.
  • Svolgere i movimenti rispettando la mobilità naturale delle articolazioni (ampiezza dei movimenti) e in modo corretto dal profilo tecnico (qualità del movimento)

Tremila anni di sport nella letteratura - Alighiero

pdf Diana e le muse - sport e letteratura (123 KB)

 

L’idea più diffusa sugli sprinter migliori suggeriva che questi atleti d’élite fossero più veloci degli altri sprinter nel riposizionare le gambe a mezz’aria per il passo successivo. Secondo le ultime scoperte invece l’aspetto decisivo nelle prestazioni dei velocisti d’élite è la forza con cui questi atleti colpiscono il terreno durante la corsa. Le analisi biomeccaniche hanno rivelato quali fattori contribuiscono alla forza e il modo in cui i velocisti possono migliorarli per correre a velocità più elevate. di Dina Fine Maron - Rivista "Le Scienze" Settembre 2016.

Visita il sito della rivista

"A partire dal 30° anno di età, si inizia a perdere forza muscolare. Più l’età aumenta, più questo calo è importante. A 40 anni, il processo naturale della perdita di massa muscolare (atrofia) è dello 0,5-1 % all’anno. Dopo i 50 anni, si tratta già del 2 %. La capacità muscolare di una persona di 70 anni si riduce del 3 % ogni anno. Ma allenando regolarmente la resistenza alla forza, è possibile contrastare in modo mirato questo fenomeno naturale. E per migliorare e stabilizzare la forma muscolare non bisogna per forza andare a sollevare pesi in palestra."

Visita il sito mobilesport

L‘“Alleanza scuola+bici“ incoraggia i giovani a (ri)utilizzare di più la bicicletta. Con il tempo vuole convincere anche gli adulti a tornare in sella. Indirettamente si ridurrebbero il consumo energetico e l’inquinamento ambientale. Promuovere l’uso della bicicletta fra i bambini e gli adolescenti giova quindi a tutti. Aumento dell’utilizzo della bicicletta fra gli adolescenti: I risultati statistici parlano chiaro: negli ultimi 15 anni la bicicletta ha perso terreno fra i bambini e gli adolescenti. In determinate fasce di età il numero di adolescenti che utilizza ancora la bicicletta si è dimezzato. I motivi sono molteplici.