Cerca nel sito

Lasciare di tanto in tanto il proprio ambiente consueto per scoprire altri ambienti in cui muoversi è molto positivo e benefico. Iniziamo il primo episodio della nostra serie con dei giochi su fondo duro, prato, parco giochi e bosco. Dei bambini saltano su un prato l’insegnante deve preparare accuratamente il passaggio a un altro tipo di ambiente. E durante la preparazione di un’attività all’aperto è buona regola rispondere alle seguenti domande: Quale infrastruttura è indicata per l’attività prevista? Si può prenotare in anticipo? Come arrivano i bambini al punto di raccolta? È possibile scambiare la sede di allenamento con un’altra società sportiva o un’altra scuola? Si rende necessaria la presenza di un altro accompagnatore? Cosa si deve fare per garantire la sicurezza?

Visita il sito di mobilesport

 

“Diversi tipi di meditazione sono eseguiti partendo dal movimento. Nella cultura fisica cinese tradizionale, alcune tecniche «Qi gong» offrono movimenti atti a raggiungere uno stato meditativo. Diverse tecniche Qi gong si prestano per migliorare la percezione dell’economia dei movimenti. Usandoli alla fine di una lezione o di un allenamento ad alta intensità, questi esercizi aiutano a calmare il sistema circolatorio e a tornare alla tranquillità dopo un periodo intenso.”

Visita il sito di mobilesport

La protezione delle vite umane dentro, sopra o attorno all’acqua è l’obiettivo principale della Società svizzera di salvataggio (SSS). Ogni anno, in Svizzera perdono la vita per annegamento circa 50 persone e si registrano in totale circa 18’000 incidenti di nuoto e di balneazione. L’annegamento è una delle cause più frequenti di incidenti mortali in Svizzera. Per questo motivo, la SSS si è prefissata come obiettivo la riduzionedel numero di annegamenti.

Visita il sito di mobilesport

La pratica del mountain bike richiede un impegno non indifferente dal profilo sia tecnico che fisico, poiché nella guida fuori strada agiscono molte forze.

Il sentiero scoperta di Macolin permette di percorrere il sito su cui sorge l’Ufficio federale dello sport familiarizzandosi in modo ludico con il mondo dello sport svizzero e la promozione dello sport a livello nazionale. A ognuna delle dieci postazioni viene affrontato un tema specifico. Un edificio, ad esempio fu costruito per ospitare le squadre della Svizzera e del Brasile in occasione della Coppa del mondo di calcio del 1954. Un’altra postazione mostra i risultati di progetti di ricerca in scienze dello sport realizzati a qualche metro di distanza. A ogni tappa sono inoltre proposte delle attività variate e degli enigmi. Le raccolta destinata agli insegnanti (documento pdf in francese, documento pdf in tedesco) permette di preparare una gita a Macolin o di svolgere insieme agli allievi un lavoro interdisciplinare sui temi evocati lungo il percorso.

Visita il sito di mobilesport

Molti scalatori che raggiungono alte quote, soprattutto superiori a 7.000-8.000 metri, riferiscono di aver avuto allucinazioni. Poiché non tutte queste visioni si verificano in presenza del “mal di montagna”, gli autori di uno studio affermano che episodi di psicosi ad alta quota dovrebbero essere considerati un nuovo tipo di sindrome. Molti scalatori riferiscono che le loro allucinazioni consistono in persone che li aiutano a trovare la strada, anche se gli autori dello studio hanno scritto che le persone potrebbero essere incoraggiate a fare cose più pericolose e rischiose a causa delle visioni. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Psychological Medicine.

Visita il sito della rivista