Cerca nel sito

Obiettivi del corso La finalità del corso è quella di presentare un nuovo percorso didattico per l'organizzazione delle attività in ambiente naturale. L'orienteering conosciuta nella versione estiva, corsa di orientamento, tra le tante valenze culturali e sportive, offre anche la possibilità di promuovere l'autonomia e l'autocontrollo "giocando con consapevolezza" sulle piste da sci. Dopo la sperimentazione della passata stagione, viene proposta la formazione invernale per l’insegnante, con al centro l’attività sciistica che si integra con l’orienteering, attività da svolgere in ambiente naturale e che trova un sempre maggiore consenso fra gli alunni. Queste attività, normalmente, vengono percepite come due realtà differenti fra loro, invece si integrano benissimo, infatti una delle specialità della FISO (Federazione Italiana Sport di Orientamento) è proprio lo sci d’orientamento. Questa specialità, che è legata allo sci di fondo, vedrebbe una partecipazione molto limitata da parte degli alunni, da qui una proposta nuova legata allo sci da discesa, allo snowboard e allo sci d’alpinismo dove i percorsi sono le stesse piste da sci. Spesso i ragazzi percorrono le piste senza rendersi conto dove si trovano e non si forniscono di cartine. Periodo di svolgimento 26 febbraio - 03 marzo 2017 a cura di Motus L'Aquila.

  pdf Leggi il programma (2.01 MB)

 

Il seminario "Il calcio a scuola" è organizzato a Bagno a Ripoli (FI) dalla associazione Doppiotempo di Firenze. Sono previste le seguenti relazioni: Tecnica del gioco: esercitazioni, Situazioni di gioco: esercitazioni, Il gioco e la sua struttura, I progetti del SGS della FIGC. Firenze, 22 novembre 2016.

pdf Seminario calcio Firenze (352 KB)

  document Scheda di iscrizione (30 KB)

 

L'intelligenza agonistica. Tecniche e modelli applicativi in psicologia dello sport. Il Seminario di formazione in Psicologia dello Sport si rivolge a professionisti del settore sportivo che desiderino ampliare le loro conoscenze e la loro professionalità acquisendo competenze in ambito psicologico. È obiettivo del Seminario fornire conoscenze teoriche e competenze pratiche per l’analisi e l’ottimizzazione della prestazione sportiva dal punto di vista mentale, permettendo all’allenatore di integrare le metodologie proprie dell’allenamento tecnico e atletico con quelle specifiche dell’allenamento psicologico, consentendo in tal modo un reale approccio globale all’allenamento. Roma, 16 novembre 2016.

Visita il sito della SDS

Lo sport dell'orienteering, con una particolare attenzione alla cartografia, è una delle discipline sportive che più piace al mondo della scuola per le sue caratteristiche multidisciplinari. Esso ci permette di parlare allo stesso tempo di geografia e sport, ma anche di matematica e tecnologia, collegando numerose discipline e temi, dalle scienze naturali all'educazione, dalla logica alle scienze motorie. La capacità di muoversi nello spazio, conoscendo tecniche di orientamento e punti cardinali, si unisce alla necessità di nozioni matematiche per comprendere appieno misure e scale di grandezza. Come fa il cartografo a disegnare una mappa? Quanti tipi di carte geografiche esistono? Posso colorare la cartina politica di un continente usando soltanto 4 colori diversi? Impareremo il modo in cui viene realizzata una carta topografica con l'ausilio delle nuove tecnologie ma anche con un occhio alla storia di questo mestiere. Commenda di Prè, Genova, novembre 2016.

pdf Un labirinto di idee (6 KB)

Si terrà a Noventa Vicentina (VI) il 3 dicembre 2016,  il corso "Sport minori e attività sportive non abituali e didatticamente interessanti". Sono previste lezioni di: Parkour, Baseball per ciechi, Sitting volley, Unihockey, Hitball, Rugby educativo, Fourball, Speedminiton/offball.

  pdf Leggi (6.63 MB)

L'obbiettivo del master "Infanzia e movimento" e quello di formare esperti specializzati nell’attività motoria per l’infanzia con capacità di tradurre le conoscenze scientifiche sullo sviluppo motorio prodotte negli ultimi anni a livello internazionale in progettazioni didattiche e pratiche di attività motoria per bambini/e da 0 a 6 anni. Gli iscritti acquisiranno elevate competenze professionali in ambito organizzativo e gestionale e nella progettazione e conduzione di attività motorie innovative in ambito scolastico ed extrascolastico. Saranno curate le competenze relazionali e comunicative con bambini/e e adulti, le competenze nell’utilizzo dei dati della ricerca scientifica e di strumenti di indagine qualitativa e quantitativa nei diversi ambiti didattico-tecnico-metodologico dell’attività motoria per l’infanzia. Università di Verona.

  pdf Leggi (620 KB)