Cerca nel sito

Su proposta del’assessore Philipp Achammer la giunta provinciale di Bolzano ha approvato stamani il pacchetto di misure “Più movimento e sport”, che prevede l’aumento delle lezioni di educazione fisica nelle scuole in lingua tedesca. "L’obiettivo - ha detto Achammer - è quello di accrescere le capacità motorie di bambini e ragazzi. Studi internazionali rivelano il trend negativo e che vi è un aumento dell'obesità fra gli studenti. La scuola non può fare tutto da sola ma può dare un grande contributo". Concretamente il provvedimento, che sarà operativo nell’anno scolastico 2018/2019, porterà ad aumentare le ore di sport in prima elementare da due a tre, e dalla seconda elementare alla terza media da una ad almeno due ore alla settimana.

Visita il sito della provincia

Con l’approvazione degli emendamenti a firma del M5S Sicilia, i laureati del corso di studi in Scienze motorie potranno godere di un riconoscimento che già in altre regioni d’Italia è concreta realtà da anni. L’inserimento di un “direttore tecnico”, laureato in Scienze motorie all’interno delle palestre e degli impianti sportivi della Sicilia.

Visita il sito della regione

 

In seguito alla decisione della 140a sessione del consiglio esecutivo di chiedere al direttore generale dell'OMS di elaborare un progetto di piano d'azione globale per promuovere l'attività fisica, il Segretariato dell'OMS sta ospitando una consultazione aperta su base web su una prima bozza dal 1 ° agosto 2017 al 22 settembre 2017. Gli Stati membri, le organizzazioni ONU e gli attori non statali sono invitati a presentare le loro osservazioni via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tutti i contributi ricevuti verranno pubblicati sul sito web della organizzazione.

pdf Leggi il progetto (485 KB)

Visita il sito OMS

"Oggi, che la ginnastica si chiama “scienze motorie” e che prevede test di Cooper, verifiche scritte su lattato e glicolisi, capovolte e quadri svedesi, i ragazzi non aspettano più con ansia l’ora di sport; tra loro, anzi, si dicono: “Che noia, c’è motoria!”. E a correre al posto nostro ci vanno le cubane e i ghanesi. Nulla di male, intendiamoci: ma non esiste un movimento, manca una diffusione capillare dello sport, non c’è ricambio generazionale."
Dal sito Altropensiero.it

Visita il sito

Costruire, ristrutturare, potenziare, modernizzare strutture sportive comunali. Campetti di calcio, tennis, palla canestro, palestre, piscine. Ma non solo: ippodromi, bocciodromi, piste di pattinaggio, piste ciclabili e palestre scolastiche. La promozione dello sport come antidoto alla violenza, all’ozio, alla marginalità sociale, è il principale obiettivo del protoco llo firmato a Bari dal presidente dell’Anci Antonio Decaro e dal Commissario Straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo Paolo D’Alessio: 200 milioni di euro in mutui saranno messi a disposizione dei progetti di costruzione e riqualificazione dell e strutture con una forte attenzione ai territori di minori dimensioni o penalizzati dalla distanza dai centri urbani: i piccoli Comuni e le Unioni di Comuni delle aree interne del Paese. L’intesa sarà illustrata dagli stessi Decaro, D’Alessio e dal delegato Anci alle Politiche giovanili e allo Sport, e sindaco di Valdengo, Roberto Pella.

Scarica il bando

Visita il sito

Regione Lombardia ha stanziato 1,2 milioni di euro, incrementabili fino a un massimo di 2 milioni, in favore delle manifestazioni sportive del territorio lombardo, che riguardano discipline olimpiche, paralimpiche e sportive associate, sia a livello agonistico sia a livello dilettantistico. Il bando rimarrà attivo fino al 30 novembre 2017, per attività che dovranno svolgersi entro il 31 marzo 2018. Il contributo per ogni manifestazione può arrivare fino a un massimo di 15 mila euro e può coprire le spese sostenute per l’affitto e l’allestimento degli spazi, il noleggio delle attrezzature, il servizio di sicurezza, le assicurazioni e le eventuali imposte da pagare, le prestazioni professionali dei protagonisti degli eventi: dagli atleti agli allenatori, dai tecnici agli arbitri e ai giudici di gara.

Visita il sito della regione