Cerca nel sito

SHAPE America stabilisce gli standard per la salute e l'educazione fisica negli Stati Uniti.Gli standard nazionali servono come base per programmi di educazione fisica in tutto il paese. Nell’autunno del 2017 è prevista la pubblicazione della nuova edizione. Sul sito della associazione sono disponibibii numerose pubblicazioni. Gli standard nazionali definiscono ciò che uno studente dovrebbe conoscere e essere in grado di fare a seguito di un programma di educazione fisica. L'attuazione dei workshop nazionali di standard e risultati è stato progettato per aiutare gli insegnanti a comprendere meglio e applicare gli standard nazionali e gli esiti di livello recentemente riveduti. Un programma completo di attività fisica della scuola (CSPAP) è un approccio multicomponente che consente ai distretti scolastici e alle scuole di utilizzare tutte le opportunità per gli studenti di essere fisicamente attivi, soddisfare ogni giorno i 60 minuti di attività fisica raccomandata a livello nazionale e sviluppare le conoscenze, le competenze. E la fiducia di essere fisicamente attivi per tutta la vita. Un CSPAP riflette un forte coordinamento e sinergia tra tutti i componenti: l'educazione fisica come fondamento; attività fisica prima, durante e dopo la scuola; coinvolgimento del personale; impegno della famiglia e della comunità.

Visita il sito della associazione

I ricercatori della università di Stanford utilizzando lo smartphone per tenere traccia dei livelli di attività di centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo hanno fatto una ricerca. Considerando che circa 5,3 milioni di persone muoiono per cause associate all'inattività fisica ogni anno, questi ricercatori hanno cercato un modo semplice e conveniente per misurare l'attività attraverso milioni di persone per capire perché l'obesità è un problema più grande in alcuni paesi rispetto ad altri. Lo studio, pubblicato sulla rivista Natura, ha utilizzato i dati acquisiti dagli smartphone per analizzare le abitudini di 717.000 uomini e donne provenienti da 111 paesi, i cui passi sono stati studiati per una media di 95 giorni. Nell'immagine: la mappa dei passi medi giornalieri nel mondo.

Leggi lo studio sul sito della Standford University

Pubblicato il bollettino delle news di Giugno di Erasmus.

pdf ERASMUS+ NEWS giugno_2017 (358 KB)

 

Il  Miur ha pubblicato, in data 19 giugno,  il Decreto Dipartimentale n. 620 del 19 giugno 2017, con il seguente oggetto “Acquisto attrezzature sportive e defibrillatori per gli istituti scolastici”. Il decreto prevede una procedura per individuare e finanziare istituzioni scolastiche statali, che dovranno realizzare le seguenti iniziative: 1. Migliorare  la  fruizione  degli  impianti  sportivi  scolastici  attraverso il  potenziamento delle attrezzature sportive d’istituto. 2.Valorizzare luoghi  e  ambienti scolastici  per  la  pratica motoria e sportiva  attraverso  azioni  che migliorino il funzionamento degli impianti sportivi d’istituto. 3. Promuovere l’utilizzo  dei  defibrillatori  quale  strumento  salva-vita necessario  nei  luoghi  ove  si faccia sport.

  pdf Leggi il decreto (176 KB)

Il titolo della proposta del sindacato francese SNEP (sindacato nazionale degli insegnanti di educazione fisica) è: "programmi alternativi" (contro l'Educazione Fisica in briciole). L'obiettivo? Creare un movimento collettivo di riflessione sui programmi di Educazione Fisica. Un indirizzo per i vostri contributi o critiche: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

pdf Leggi i programmi (2.78 MB)

Visita il sito SNEP

Gli aspetti principali della scuola in Danimarca: 1. Movimento ed esercizio Il maggior tempo trascorso a scuola rende possibile assicurare a tutti gli alunni attività fisica quotidianamente  per almeno 45 minuti.  L’attività fisica può essere una corsa al mattino, giochi a palla, ma anche attività più impegnative in collaborazione con i club sportivi locali. 2. Innovazione e imprenditorialità Si tratta di un campo complesso che vede impegnata la ricerca e l’attività scolastica ai vari livelli. 3. Giornata scolastica varia La riforma ha introdotto una giornata scolastica più lunga e varia con 30 ore settimanali  fino alla 3^ primaria, 33 ore in 4^, 5^, 6^, e 35 ore in 7^, 8^ e 9^ . 4. Apprendimento assistito L’allungamento della giornata scolastica ha reso possibile assicurare a tutti gli alunni assistenza nei compiti 5. Scuola aperta La scuola si apre alla comunità, attraverso il coinvolgimento dei centri sportivi e culturali e con il collegamento a varie associazioni. E’ compito dei Comuni assicurare che tutti questi rapporti fra scuola e territorio abbiano luogo.

Visita il sito dell'ADI