Cerca nel sito

Si comunica che sono chiuse le iscrizioni al corso di formazione “rilassamento e rigenerazione alle terme” che si terrà a Montegrotto terme sabato 27 e domenica 28 febbraio 2016 per raggiunto numero massimo di partecipanti. Si invitano pertanto i colleghi a non effettuare versamenti e invio schede di iscrizione perché verranno annullate.

Il Consiglio dei Ministri del 20 gennaio 2016 ha approvato il regolamento delle nuove classi di concorso. Ora è necessaria solo la firma del Presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Non si conosce ancora il testo ufficiale ma nell’ ultima bozza l’EF era: CLASSE A48 – SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE NEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO (ex 29/A – Educazione fisica nella scuola superiore) CLASSE A49 - SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE NELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO (ex 30/A – Educazione fisica nella scuola media). Nell’iter della nuova legge avevamo scritto sia ai parlamentari e al Miur che non ci sembrava corretto per la secondaria di primo grado la nuova classificazione perché: Dal momento che la disciplina alla scuola secondaria di I° grado si chiama Educazione fisica (vedi sotto DECRETO 16 novembre 2012, n. 254 e successivo Regolamento) anche la classe di concorso dovrebbe portare la stessa denominazione. Quindi proponiamo A-49 Educazione fisica nella scuola secondaria di I° grado in sostituzione della ex 30/A - Educazione fisica nella scuola media.

pdf Comunicato CAPDI n.2 del 25 gennaio 2016 (108 KB)

Abbiamo chiesto al Miur- DG per lo studente di monitorare attraverso un questionario rivolto alle scuole (attraverso gli uffici territoriali dell’ EFS?) la situazione di utilizzo dell’organico potenziato degli insegnanti di EF nella scuola primaria e nella secondaria. Questo, secondo la Capdi, è assolutamente necessario: per la scuola primaria fare chiarezza sulla consistenza degli organici di EF in utilizzo a seguito del comma 20 della Legge 107/2015 (La buona scuola) che introduce la possibilità per i docenti abilitati della secondaria di essere utilizzati nella primaria: Comma 20: Per l'insegnamento della lingua inglese, della musica e dell'educazione motoria nella scuola primaria sono utilizzati, nell'ambito delle risorse di organico disponibili, docenti abilitati all'insegnamento per la scuola primaria in possesso di competenze certificate, nonché docenti abilitati all'insegnamento anche per altri gradi di istruzione in qualità di specialisti, ai quali è assicurata una specifica formazione nell'ambito del Piano nazionale di cui al comma 123. Per conoscere, inoltre, le modalità organizzative e didattiche del loro utilizzo anche al fine di poter progettare, da parte del Miur – questo l’invito espresso dalla Confederazione – un progetto di intervento di educazione fisica e sportiva nella scuola primaria che vada a ordinare ed implementare tale situazione che dai dati a ns disposizione è, nel territorio nazionale, fortemente differenziata e a macchia di leopardo.

pdf Comunicato CAPDI n.4 del 25 gennaio 2016 (109 KB)

Ancora una volta le economie del finanziamento dell’attività sportiva scolastica per l’a.s. 2014/2015 (ricordiamo che si formano perché purtroppo ancora alcune scuole-colleghi non utilizzano le poche risorse messe a disposizione dall’intesa Miur-OOSS per l’attività sportiva scolastica, che per l’as 2014/2015 sono state circa 75 euro a classe) non ritornano all’attività sportiva scolastica, come richiesto dalla Capdi e dal sindacato Gilda, ma vengono utilizzate per altre partite: per l’indennità di bilinguismo e trilinguismo, le doppie indennità ai Dsga, ai convitti e agli educandati per un totale di 2.881.144,13 euro (la gran parte di queste economie sono dell’attività sportiva scolastica). E questo si ripete oramai da 4 anni! Ma noi ci chiediamo: e se le scuole spendessero tutte le risorse e non ci fossero economie come si retribuirebbero le varie indennità che ogni anno vengono finanziate dalle economie dell’EFS? Allora ci viene il dubbio che si faccia, nella fase di previsione delle spese, già conto che ci siano queste economie. Questo d’altra parte, ci viene confermato dal fatto che le OOSS non intendono modificare i criteri per la determinazione delle risorse. Noi avevamo proposto al MIUR che prima si facesse la verifica di quali sono le scuole che intendono fare l’attività sportiva scolastica (ai primi di settembre) e una volta acquisite le adesioni si dividesse il finanziamento per le scuole (classi) che hanno aderito. Così si formerebbero pochissime economie (solamente quelle che poi le scuole per varie ragioni non sono riuscite effettivamente a spendere rispetto ai progetti presentati). E’ difficile? E’ impossibile? A noi sembra di no!

pdf Comunicato CAPDI n.3 del 24 gennaio 2016 (105 KB)

Il 18 febbraio 2016 a Firenze prima tappa dei seminari nazionali D’Anna Per "Il benessere dello studente: l'educazione fisica e sportiva per vivere meglio" nati dalla cooperazione tra la Casa editrice D'Anna e la Capdi & LSM e rivolti ai diplomati Isef e laureati in Scienze motorie. I seminari si articolano come segue Nel corso della prima parte della giornata si affrontano le problematiche legate alla progettazione per competenze in Educazione fisica nella scuola secondaria di 1° e 2° grado, anche in situazioni di disagio giovanile e con studenti disabili. Il tutto a confronto con il percorso di ricerca e riflessione effettuato dalla CAPDI & LSM: «L’Educazione Fisica che vogliamo». Si approfondiscono inoltre gli aspetti metodologici e pratici della disciplina proponendo le nuove possibilità offerte dai materiali didattici digitali e dalle nuove tecnologie. Nel pomeriggio si approfondiscono le ultime normative sulla scuola in ambito europeo e in Italia (in modo particolare la L. 107/2015) e le ricadute per l’Educazione fisica e sportiva. Uno sguardo particolare al rapporto tra CLIL e disciplina Gli incontri sono gratuiti, a numero chiuso e aperti a tutti gli insegnanti di Educazione fisica. A tutti i partecipanti verrà consegnato un buono pasto. Le iscrizioni verranno accolte sino ad esaurimento posti. A tutti gli insegnanti verranno distribuiti materiali utili alla didattica con la possibilità di esaminare le pubblicazioni della Casa editrice G. D'Anna e Capdi.

pdf Comunicato CAPDI n.1 del 16 gennaio 2016 (298 KB)
document Scheda iscrizione Firenze DannaPer (254 KB)

 

 

Riprendono i seminari nazionali D'AnnaPer "Il benessere dello studente: l'educazione fisica e sportiva per vivere meglio" nati dalla cooperazione tra la Casa editrice D'Anna e la Capdi & LSM e rivolti ai diplomati Isef e laureati in Scienze motorie. I seminari si articolano come segue Nel corso della prima parte della giornata si affrontano le problematiche legate alla progettazione per competenze in Educazione fisica nella scuola secondaria di 1° e 2° grado, anche in situazioni di disagio giovanile e con studenti disabili. Il tutto a confronto con il percorso di ricerca e riflessione effettuato dalla CAPDI & LSM: «L’Educazione Fisica che vogliamo». Si approfondiscono inoltre gli aspetti metodologici e pratici della disciplina proponendo le nuove possibilità offerte dai materiali didattici digitali e dalle nuove tecnologie. Nel pomeriggio si approfondiscono le ultime normative sulla scuola in ambito europeo e in Italia (in modo particolare la L. 107/2015) e le ricadute per l’Educazione fisica e sportiva. Uno sguardo particolare al rapporto tra CLIL e disciplina Gli incontri sono gratuiti, a numero chiuso e aperti a tutti gli insegnanti di Educazione fisica. Le iscrizioni verranno accolte sino ad esaurimento posti. A tutti gli insegnanti verranno consegnati materiali utili alla didattica con la possibilità di esaminare le pubblicazioni della Casa editrice G. D'Anna e Capdi.

pdf Comunicato CAPDI 43 del 23 dicembre (3.79 MB)

document Scheda iscrizione DannaPer Firenze, Catania (263 KB)